lunedì 2 aprile 2012

L'amico di Wall-E

Nei mesi (due) in cui la famiglia latana è stata una famiglia bicontinental, il marito ha chiaramente iniziato a prendere contatto con la realtà africana, preparando via etere la fra a ciò che si sarebbe dovuta aspettare: il caldo, l'umido, lo sporco, il modo di vivere completamente diverso dal nostro.
Era tutta una novità. Novità bella, novità brutta.
"Sai il sole ci mette pochissimo a tramontare". E la fra spuntava la voce "tramonti romantici sotto il cielo africano".
"Sai qui ci sono un sacco di libanesi" E la fra aveva la bava alla bocca al solo pensiero di mangiare libanese a du' spicci (che poi mica tanto) quando appena avesse voluto.
"Sai i mobili si comprano per strada" E la fra ha pensato "ma tu' sorella", ma della vicenda si conosce il triste svolgimento.
"Sai c'è tanta povertà". E la fra visualizzava le immagini viste in tv, ancora non consapevole che un conto è vedere da lì e un conto è vedere da qui.
"Sai nei fine settimana si va al mare". E la fra si disperava all'idea di mostrare la sua quantità di pelle al mare, ancora inconsapevole che in terra africana non gliene sarebbe fregato un tubo, della sua ciccia.
"Sai le scuole qui sono un po' diverse, ma ho trovato una scuola dove mandare entrambi i patati." Ok, li hai iscritti? ah, no, aspetti me, ok.
Insomma tutta una serie di "Sai", più o meno importanti, più o meno divertenti, che andavano a riempire la lontananza e il disagio di non poter vivere quelle novità insieme.
Finché un giorno...
"Sai, qui a casa c'è l'amico di Wall-E"
La fra ci ha pensato, s'è scorsa mentalmente il film, ha pensato ad un robottino per pulire casa (wow), a EVE che cerca la vegetazione , al Comandante ciccione, a quello che casca dalla seggiola, perfino ad "Auto", finché arrivata ai titoli di coda, ha ammesso di non avere idea di cosa stesse parlando il marito.
"Massì, amore, l'amico di Wall-E, quello che lo segue dappertutto mentre lui pulisce"
"ehm, questo?"


"Sì"
"Speriamo sia gay"
Non lo era.

2 commenti:

  1. ma lo sai che mi piace tantissimo leggere i tuoi post da terra africana, è come se fossi lì con te quando ti leggo!

    RispondiElimina
  2. ciaoooo
    grazie mille di cuore
    non sapevo a quale dei tuoi blog scrivere e l'ho fatto qui

    gli ultimi saranno i primi!!!
    un abbracciooo

    RispondiElimina